Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La Coop campana perde 80 milioni in 5 anni: pronta l’amara medicina

 

I giorni caldi delle proteste
La Coop campana si salva ma la medicina per guarire è amarissima. Esattamente quella preparata all'antivigilia di Natale: nessun licenziamento, ma perdite di salario per i lavoratori; per Unicoop Tirreno l'unica strada per reggere una situazione pesantissima in cui le vendite sono in caduta da alcuni anni.  La soluzione adottatata è molto simile alle richieste avanzate, qualche mese fa, da Unicoop Tirreno, a cui ora si è accodata  Coop Adriatica.

Secondo il piano industriale concordato con i sindacati, l’Ipercoop di Afragola ridurrà la superficie di vendita dagli attuali 10mila mq a 4.200, con applicazione di un nuovo format commerciale. Per quanto riguarda i livelli occupazionali questi potranno essere mantenuti solo grazie a una complessa serie di misure (passaggi da full-time a part-time, riduzione livelli di inquadramento, rinuncia da parte di tutti i dipendenti di Ipercoop Tirreno a importanti istituti contrattuali) che prefigurano una situazione in cui nessuno perderà il posto di lavoro (ma salario sì)  grazie all’attivazione della Cigs e che condurrà a una riduzione delle perdite, ritenute insostenibili. L'anno scorso il fatturato di Ipercoop Tirreno è scivolato da 154 milioni a 138, con perdite per 14 milioni
Per quanto riguarda l’Ipercoop di Avellino la soluzione potrebbe essere il ricorso a contratti di solidarietà che consentano di attutire l’effetto del calo delle vendite.

Dopo aver perso 80 milioni nell'ultimo quinquennio, all'inizio del 2013 Unicoop Tirreno aveva predisposto un piano per l'ingresso di un socio esterno individuato in Catone Group; l'ipotesi era però stata bocciata da un referendum dai lavoratori e lo scorso aprile Unicoop Tirreno aveva formalmente aperto una procedura di mobilità per 250 dipendenti, sui 677 complessivi, dei cinque punti vendita in Campania, di cui quello di Afragola avrebbe dovuto chiudere. La controllata Ipercoop Tirreno gestisce gli iper di Afragola e Quarto, il superstore di Avellino e i supermercati napoletani di Santa Maria e Arenaccia.  

E ora? Nella newco costituita ad hoc da Unicoop Tirreno e  Coop Adriatica,  la cooperativa di consumo bolognese, confluirà immediatamente l’Ipercoop di Afragola tramite affitto di ramo d’azienda. Prima però c'è da celebrare l'ultimo atto: il 7  gennaio l’accordo dovrà essere accettato individualmente dai lavoratori. In caso contrario ritornerebbe tutto in discussione.