Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il corpo forestale blocca maxi frode ai danni del vino della Doc Cortona

Ev3
<<Ringraziamo di cuore il corpo forestale per avere scoperto una truffa ai danni del vino della Doc Cortona>>:  così si esprime Marco Giannoni, presidente del Consorzio Vini Cortona all’indomani del ritrovamento nei pressi di Monte San Savino di oltre 6mila bottiglie di vino sospetto che recavano l’etichetta generica di Cortona, ma che invece provenivano dalla Sicilia.

 Le 6mila bottiglie di vino erano pronte per essere immesse sul mercato e nel circuito della ristorazione, con un’etichetta non veritiera: infatti si poteva leggere il tipo di vino e si intravedeva nel disegno il palazzo di Cortona.

Un escamotage grafico che avrebbe ingannato il compratore: i vini Doc di Cortona recano una fascettatura, garanzia del prodotto tramite una apposita matricola che ne traccia tutta la filiera.

Per la cronaca, il vitigno Syrah è la punta di diamante del disciplinare che regolamenta la Doc Cortona e che prevede oltre al Syrah anche Merlot, Sangiovese, Cabernet , come pure il Sauvignon e il Grechetto.