Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Produzione di vino, nel 2014 l’Italia cede lo scettro alla Francia

Le uve per l'AmaroneNel 2014 l’Italia lascerà alla Francia il posto di primo produttore di vino al mondo. Stando alle prime stime dell’Organizzazione internazionale del vino (Oiv), la Francia avrà prodotto un totale di 46,1 milioni di ettolitri alla fine dell’anno (con un aumento del 10% rispetto al 2013) contro i 44,4 milioni dell’Italia, dove la produzione di vino dovrebbe segnare un calo del 15% (nel 2013 erano stati 52,4 milioni di ettolitri). Dunque i francesi, già leader per il valore dell’export, sono leader anche nei volumi.

Segue al terzo posto la Spagna con 37 milioni  (-19%). In Europa l’annata è stata difficile in tutti i Paesi, con cali fino al -30% in Bulgaria e Croazia. Solo la Francia e la Germania (circa 10 milioni di ettolitri, +16%) registrano una crescita.

Nel resto del mondo, gli Stati Uniti  con 22 milioni di ettolitri, si conferma sul quarto gradino nella classifica mondiale. Crollo della produzione in Cile (10 milioni e -22%). Aumenta invece in Australia (12 milioni, +2%) e in Nuova Zelanda (3,2 milioni, +29%). Mancano, almeno per ora, le stime sulla produzione cinese, che nel 2013 si è piazzata quinta in classifica con 11,7 milioni di ettolitri.  Nel complesso, la produzione mondiale di vino dovrebbe attestarsi intorno ai 271 milioni di ettolitri.