Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Barilla inaugura a New York il terzo ristorante “casual”. In vista aperture in altre città

 

</span></figure></a> Il terzo ristorante Barilla a New York
Il terzo ristorante Barilla a New York

Barilla fa il tris a Manhattan, ma il progetto è più ambizioso: creare un network commerciale negli Stati Uniti.
Barilla ha aperto il suo terzo ristorante, sempre sulla prestigiosa Sixth Avenue, a Herald Square, nel cuore della Grande Mela.
Il format “fast casual” esportato a New York da Barilla “ha raccolto tanti consensi – sostiene l’azienda di Parma – da spingere a una nuova apertura, per portare lo stile italiano e l’autentica cucina, dalla prima colazione alla cena: non solo pasta, ma anche insalate, panini, dolci e zuppe. In futuro, sono previste altre aperture anche in altre città degli Stati Uniti, dove Barilla è leader di mercato nella pasta”. Uno stile alimentare italiano avviato negli Usa non solo da Eataly, ma anche da Rana e Salumeria Rosi Parmacotto.

Barra sull’estero
Barilla prosegue quindi la crescita all’estero. Qualche settimana fa ha inaugurato (riconvertendolo) uno stabilimento di pasta in Russia: il terzo mercato mondiale per consumo di pasta (di grano tenero). In Francia lo scorso giugno ha inaugurato il nuovo impianto del marchio Harry’s, che è diventato il più grande sito industriale di prodotti da forno in Francia. Una “maxi-boulangerie” da 43mila metri quadrati con otto linee produttive.

</span></figure></a> I fratelli Barilla
I fratelli Barilla

Il gruppo ha in corso un piano triennale di investimenti 2014-2016 per un totale di 47 milioni di euro che comprende anche la costruzione di una nuova linea produttiva di pane 100% mollica nel sito di Plaine de l’Ain (Lione) inaugurata nel giugno 2014 e di nuove attrezzature per gli stabilimenti di Valenciennes e Gauchy.

Negli Stai Uniti sono recenti anche i lanci di “Pasta pronto”, facile da cucinare perché di cottura semi-istantanea (si aggiungono il sugo e una determinata quantità di acqua direttamente nella pasta in padella, senza doverla prima farla bollire), e la pasta fatta con il grano tenero più uova in Brasile, per andare incontro ai gusti del più grande mercato in Sud America.