Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Il Prosecco traina l’export di vino italiano negli Stati Uniti

VinoUsaGli americani bevono più vino italiano ma la pagano meno. Nei primi dieci mesi del 2015 l’export di vino italiano negli Usa è aumentato del 4,5% in quantità ma con una flessione del 2,2% a valore i vini italiani. Il dato è complessivamente positivo, considerato che il mercato a stelle e strisce è fermo, come sottolinea l’Italian wine & food institute.
 
Fra i principali paesi concorrenti dell’Italia perdono terreno, nei primi dieci mesi dell’anno in corso, l’Australia (-0,5%), l’Argentina (-15,2%), il Cile (-3,7%), la Spagna (-2,1%), la Germania (-4,1%) e il Sud Africa (-8,1%). Migliorano invece le posizioni la Francia (+11%), la Nuova Zelanda (+10%) ed il Portogallo (+ 16,9%).
 
Complessivamente le importazioni di vini italiani sono ammontate a 2,16 milioni di ettolitri, per un valore di 1,1 miliardi di dollari. 
Ma è il Prosecco a trainare l’export italiano di vino negli Usa: infatti gli spumanti dall’Italia sono balzati dell’11,9% in quantità e del 15,2% a valore.
 
 
Nello stesso periodo, le importazioni vinicole negli Usa sono calate dello 0,1% in quantità e dell’1,2% a valore.