Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Consorzio vini Doc Sicilia investe 1,6 milioni in promozione negli Stati Uniti

</span></figure></a> Vini di Sicilia
Vini di Sicilia

Maxi investimento promozionale negli Stati Uniti del Consorzio per la tutela dei vini Doc Sicilia: si tratta di 1,6 milioni di euro. Dopo l’esperienza positiva dell’anno scorso con 1,5 milioni stanziati, il Consorzio riaffida  la campagna all’agenzia di comunicazione d’oltreoceano Um (gruppo Mbww).

 

Abbiamo deciso di investire anche quest’anno negli Stati Uniti – commenta Antonio Rallo, presidente del Consorzio – Nel 2016 la promozione punterà molto sul consumatore finale, oltre che sul trade. Diverse saranno le azioni mirate ai Millennials, i consumatori nati tra l’inizio degli anni Ottanta e gli anni Novanta, che devono ancora consolidare le loro preferenze e che utilizzano molto il web ed i social. Il messaggio che vogliamo associare ai vini Sicilia Doc è quello di un vino di alta qualità, prodotto in modo sostenibile. Un vino in grado portare piacevoli esperienze nei momenti di relax o abbinato alle diverse cucine del mondo. Continueremo nel 2016 a perseguire l’obiettivo di accrescere la notorietà del marchio Sicilia, rafforzando il binomio vincente Vino-Sicilia”

.
Giornali e social network

</span></figure></a> Antonio Rallo, presidente del Consorzio Doc Sicilia
Antonio Rallo, presidente del Consorzio Doc Sicilia

La strategia del Consorzio con il marchio Sicilia Doc sarà caratterizzata da una diversificazione dei canali di comunicazione. A iniziare dal magazine Food&Wine, che realizzerà un ambizioso progetto redazionale durante tutto il corso dell’anno, avvalendosi anche dell’aiuto di Joe Campanale, Sommelier of the Year 2013. Ma numerose sono anche le iniziativeà previste sul web e i social network della testata.
La comunicazione digitale non potrà fare a meno di Facebook e Twitter. Imminente l’attivazione del canale Us Instagram, supporto imprescindibile per comunicare con i Millennials.

In agenda ancora la collaborazione con il noto magazine americano WineSpectator mentre ne inizierà un’altra con la rivista di settore WineEnthusiast. Tra le novità di quest’anno la partecipazione al Food & Wine Classic ad Aspen in giugno.