Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

A Milano via a Identità Golose sul tema della libertà d’espressione nella gastronomia

La “forza della libertà” è il tema scelto dal promotore Paolo Marchi per la dodicesima edizione di Identità Golose, il congresso internazionale di cucina che prende oggi il via al MiCo di Milano; chiuderà martedì 8 marzo.

</span></figure></a> Il Nido dell’Ape, o To Bee or not to Bee, piatto simbolo dell’edizione firmato da Cristina Bowerman
Il Nido dell’Ape, o To Bee or not to Bee, piatto simbolo dell’edizione firmato da Cristina Bowerman

Sul palco dell’auditorium e delle altre sale i più noti chef italiani ed esteri: racconteranno la libertà d’espressione gastronomica e il loro genio creativo: tra i più attesi Massimo Bottura, Carlo Cracco, Enrico Crippa, Niko Romito, Josean Alija e Matias Perdomo, Cristina Bowerman  e Matt Orlando.  Il piatto simbolo di questa edizione di Bowerman è  “To Bee or not to Bee”, che ricorda l’alveare delle api.

In menu tre giorni ricchi di eventi: oltre cento i relatori previsti, quattro le sale che lavoreranno anche contemporaneamente, moltissimi gli eventi collaterali, così come numerose le aziende negli spazi espositivi: oltre 100 realtà del settore food & beverage.

Tra le novità La Scuola di Identità Golose: ad esempio, dove gli chef incontreranno il pubblico, con lezioni specifiche. E poi nuove sezioni del congresso, Identità di FormaggioIdentità di Caffè, Identità di Mare, Identità di Champagne, senza contare i focus specifici su Pane e Panettone e il ritorno di Identità di Gelato.