Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Un punto vendita di CoopCa

Disastro CoopCarnica: ai soci prestatori il 50% dei crediti pagati da Alleanza 3.0

Alleanza 3.0 mette, volontariamente, una pezza al disastro (anche per i soci prestatori) generato dalla catena commerciale friulana CoopCa, ora in concordato preventivo..
Prenderà il via il 22 agosto, e si protrarrà fino al 31 ottobre, la prima fase di erogazione dei 13,5 milioni di euro di donazione complessivi in tre anni messi a disposizione da Coop Alleanza 3.0 nell’ambito dell’iniziativa di solidarietà cooperativa che punta a consentire, entro il 2018, il recupero del 50% dei crediti vantati dai 3.236 soci prestatori di Cooperativa Carnica (CoopCa).

Prima tranche
La prima donazione sarà di 6 milioni di euro, corrispondente a oltre il 40% dell’intera cifra. Per i soci (1.827) che vantano un credito inferiore o pari a 2.500 euro il 50% sarà erogato
integralmente in un’unica soluzione, con una procedura più snella che non prevede la firma dell’atto notarile. Per gli altri il rimborso della prima tranche sarà pari a circa il 43%
del 50% dell’importo vantato verso CoopCa. I soci saranno quindi convocati per la firma dell’atto notarile che renderà poi possibile l’erogazione dell’importo con bonifico bancario entro
10 giorni.

Gli step 
Per accedere ai fondi i soci devono compilare il modulo allegato a una lettera inviata nei giorni scorsi e fornire la documentazione al Comitato solidarietà attiva presso Legacoop
Friuli Venezia Giulia. Finora hanno già risposto circa 2.100 persone; si potrà consegnare la documentazione fino al 31 agosto. Altri 4 milioni di euro saranno stanziati ad aprile
2017, i restanti 3,5 verranno stanziati ad aprile 2018, a chiusura dell’operazione.
“Abbiamo dovuto attendere l’esito di un interpello dell’Agenzia delle entrate, che si è recentemente espressa con parere positivo – ha detto il presidente di Coop Alleanza 3.0, Adriano Turrini – per poter farci noi interamente carico dei costi relativi al trattamento fiscale degli importi che dovremo trasferire ai soci, e delle spese notarili dell’atto di donazione, per ulteriori 1,4 milioni di euro”.