Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Banfi

Banfi, la controllante distribuisce il vino negli Usa: calano ricavi e margini

Banfi italiana “perde” la lucrosa distribuzione negli Stati Uniti e ne soffrono ricavi e margini.
Nel 2015 la cantina di Montalcino ha realizzato ricavi per 62,1 milioni, in calo di circa il 9%, un Mol di 3,5 milioni, -3,3%, e un utile operativo di 1,5 milioni, -19,5%. L’Ebitda rappresenta il 5,7% dei ricavi e l’utile è stato di 540mila euro.

Insomma, apparentemente uno scivolone in un anno in cui l’export italiano ha realizzato buone performance grazie anche al super dollaro. Ma la spiegazione starebbe nel fatto che, da maggio 2015, la vendita in America di Banfi (la più redditizia) è stata assunta, in parte, dalla controllante Banfi Product Co.
La cantina di Castello di Poggio produce i vini di Montalcino (Brunello, Rosso e Moscadello di Montalcino) oltre a Chianti, Bolgheri, Chianti Classico e alcune rinomate denominazioni piemontesi. In Italia distribuisce lo Champagne Joseph Perrier.
Banfi srl è controllata da tre società americane che fanno capo alla famiglia Mariani: Banfi Product con il 10,3%, Banfi Holding con l’89,5% e Villadco con lo 0,2%.

E allora come è andato il 2015? Secondo il presidente Enrico Viglierchio, è stato un esercizio brillante. Il patrimonio netto si è rafforzato a circa 23 milioni, la posizione finanziaria netta è di 3,4 milioni e il rapporto Pfn/Ebitda è sceso sotto l’1 (era 2,2 nel 2013).