Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Tartufi contraffatti

Lotta alle sofisticazioni: per i Nas una irregolarità ogni quattro controlli

Nel 2016 i Carabinieri dei Nas hanno eseguito in Italia 56mila controlli, con una media di oltre 150 ispezioni al giorno, rilevando 15.208 irregolarità: quasi un’infrazione ogni quattro controlli. Di queste oltre un terzo (5.340) hanno riguardato la ristorazione, soprattutto per la mancata tracciabilità dei prodotti alimentari e per carenze igienico-sanitarie riscontrate nelle fasi di lavorazione degli alimenti. E’ quanto evidenzia il Comando Carabinieri per la tutela della salute.

Catalogo degli orrori 
Tra le operazioni piu’ significative svolte nel 2016 dai Nuclei antisofisticazione dei Carabinieri, la chiusura di un ristorante etnico nel Bresciano, dove sono stati sequestrati 40 chili di pesce privo di tracciabilita’ e messa sotto sequestro l’azienda, per un valore di circa 100mila euro. In un deposito alimentare nel Veronese sono state sequestrate oltre 353 tonnellate di purea di pera dichiarata “biologica” e contenente prodotti fitosanitari non ammessi nei prodotti “bio”, per un valore di 500mila euro.
In provincia di Parma sono state sequestrate 112 tonnellate di prosciutto crudo in cattivo stato di conservazione, ma pronte alla vendita. Valore complessivo di materiali, beni mobili e immobili, circa 5 milioni di euro.
Ancora, a Potenza è stato chiuso un caseificio privo di autorizzazioni alla vendita, con il sequestro di sei tonnellate di prodotti caseari, per un valore di 580mila euro. E nel Salernitano sono stati sequestrati 792 fusti di doppio concentrato di pomodoro in cattivo stato di conservazione. Valore complessivo di infrastrutture e merce circa due milioni di euro.