Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
MediaWorld

Media World supera la crisi e chiude il 2016 con profitti per 15 milioni

I bilanci di Media World tornano in nero e l’azienda tira un sospiro di sollievo. Anche se il mercato rimane ancora molto difficile.

Mediamarket spa, che controlla la catena distributiva di prodotti elettronici Media World, ha chiuso il bilancio 2016 (al 30 settembre) con utili per 15,11 milioni.  Nell’esercizio precedente la perdita era stata di 2 milioni e nel 2014 addirittura 13,3 milioni. A causa della crisi, l’azienda aveva concordato con il sindacato uscite incentivate per 500 addetti su 6mila. Inoltre più recentemente Media World ha provveduto al ricambio di alcuni manager chiave.

L’utile è stato destinato interamente  a dividendo (la riserva legale è già al limite del 20% del capitale sociale).
L’ultimo consiglio di amministrazione ha preso atto delle dimissioni (formalmente il 30 dicembre) del consigliere e amministratore delegato Stefano Biffi, ma non si è provveduto alla sostituzione del consigliere. Il Cda – composto da Enrico Serrati, Hans Joachim Roesges, Marco Mazzanti e Mario De Pilla – ha deciso di ridurre i componenti del Cda da cinque a quattro.