Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
unieuro5

Unieuro vede la Borsa, coopta quattro nuovi consiglieri e vara un piano di stock option

Unieuro sempre più vicina alla quotazione.  In vista della presentazione della domanda a Borsa Italiana, il consiglio di amministrazione della catena commerciale ha deciso di portare da tre a sette i suoi membri, di cui due indipendenti.

Quattro membri
Sono stati cooptati i consiglieri: il tedesco Bernd Erich Beets, l’americana Nancy Arleen Cooper e gli indipendenti Stefano Meloni e Marino Marin.  L’ad delegato Giancarlo Nicosanti ha rassegnato le dimissioni dalla presidenza che è stata assunta da Beets.
E’ stato poi deciso un piano di stock option a favore dei dirigenti operativi e di alcuni collaboratori. A questo proposito è stato deliberato un aumento di capitale  per un valore nominale di  206.451  euro.  Le azioni di compendio derivanti dall’aumento di capitale verranno offerte ai beneficiari del piano di stock option al prezzo di collocamento delle azioni sul mercato.

Società e azionisti
Unieuro ha chiuso l’esercizio 2015-16 (in febbraio) con ricavi per  1,6 miliardi, in crescita del 17%, e con un Ebitda di  59 milioni.
La società fa capo a Italian Electronics Holdings che a sua volta è controllata per il 70,5% dalla lussemburghese International Retail Holding (titolare il fondo d’investimento Rhone Capital): la quota della holding è interamenete in pegno a un pool bancario costituito da Banca Imi, UniCredit, Mps, Pop Milano. Anche la quota della famiglia Silvestrini, il 15%,  è interamente in pegno al pool bancario. Una quota del 15% fa capo a Dixons Retail.
In questi giorni Unieruro ha realizzato l’acquisizione della piattaforma di e.commerce Monclick.