Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
unieuro9

Unieuro, sul mercato il 49% delle azioni

Via da oggi al collocamento sul mercato del 48,88% delle azioni Unieuro. L’offerta terminerà il 30 marzo. Il resto, il 51,2%, rimarrà nel portafoglio di Italian Electronics Holding, controllata dal fondo di private equity Rhone Capital, e partecipata anche indirettamente dall’inglese Dixon Retail con il 15%, dalla famiglia Sivestrini e da esponenti del management con il 14,5%.

La catena commerciale Unieuro conta 460 punti vendita in Italia, oltre 3.900 addetti e una quota di mercato pari al 18% a fine febbraio 2016. Unieuro nell’ultimo decennio ha realizzato sei acquisizioni: l’ultima è Monclick che andrà a break even in 12-18 mesi con il closing entro il primo semestre. Dopo l’Ipo valuterà eventuali altre opportunità ma senza fretta. “Abbiamo dimensioni per acquisizioni ma dobbiamo farle nel momento in cui sono economicamente vantaggiose” ha sottolinea il ceo Giancarlo Nicosanti Monterastelli che indica come la società abbia l’esperienza e la capacita di fare un certo “tipo di crescita”. In questo senso, nell’ambito di una crescita organica, “a piano sono programmate 5 aperture per ogni anno” e anche il raddoppio della piattaforma logistica di Piacenza dove transita circa il 78% dei volumi totali di vendita di Unieuro.

Il direttore finanziario Italo Valenti ha rilevato che “malgrado le acquisizioni, dopo l’acquisto nel 2014 della vecchia Unieuro, la società ha registrato flussi di cassa per 33 milioni nel 2016 (5 milioni nel 2014 e 14 milioni nel 2015) e ha una posizione finanziaria netta lievemente inferiore allo zero”.
Per il futuro Valenti prevede “un impatto positivo sul flusso di cassa perchè non pagheremo imposte per oltre 100 milioni a causa di perdite pregresse”.