Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
descours

Holding Biondi Santi: nel nuovo Cda entrano Jacopo e il figlio Tancredi

Grandi manovre per il patron della francese Epi, Christoper Descours (nella foto): l’imprenditore sta completando le manovre per plasmare la galassia che fa riferimento alla sua ultima preda, Biondi Santi. E intanto pianifica la cessione di una quota del 10% di Biondi Santi spa ad alcuni soci.

La holding Tenuta Biondi Santi spa è stata costituita, a tambur battente, lo scorso 7 febbraio e aveva, inizialmente, come presidente lo stesso Descours, nato a Neuilly sur Seine (Francia)  il 22 novembre 1973. L’altro consigliere è Florian De Montgolfier, che siede anche nel cda dell’Azienda agricola Greppo Biondi Santi srl. La società ha lo scopo di assumere e gestire partecipazioni.
Tenuta Biondi Santi spa, che ha un capitale sociale di 50mila euro suddivise in altrettante azioni, è interamente controllata dalla società francese Domaines et Participations sas, di cui è presidente ancora Descours.

Lo scorso 22 marzo il Cda ha deliberato di suddividere il capitale sociale di Tenuta Biondi Santi spa in 46mila azioni di tipo A e 4mila di tipo B: queste ultime saranno trasferite a nuovi soci. Non si sa però chi siano i destinatari del 10% del capitale.

Con atto depositato il 27 marzo è stato nominato presidente del Cda Jacopo Biondi Santi, amministratore delegato Adnot Olivier, consiglieri Descours, Lafaurie Damien, Angulo Cecilie, Biondi Santi Tancredi e De Montgolfier Evrad.

Il passaggio
Dopo il deal con i francesi e sciolto il pegno della nuova proprietà francese Epi sul 58,03%, è stato formalizzato il passaggio di proprietà della storica azienda vinicola Greppo Biondi Santi srl. Nel nuovo consiglio di amministrazione (con atto depositato il 13 aprile 2017) sono stati nominati i consiglieri Olivier Adnot (presidente del cda e rappresentante dell’impresa), Jacopo Biondi Santi, Florian De Montgolfier, Damien Lafaurie, Tancredi Biondi Santi.
Su Jacopo Biondi Santi il Monte dei Paschi di Siena vantava un pegno per una quota del 18,53% del Greppo, ma lo scorso 3 aprile il pegno è stato “spostato” sulla Tenuta Biondi Santi spa.

L’uomo forte dell’azienda storica di Montalcino è Adnot che somma le cariche di amministratore delegato e presidente del cda. Nel curriculum di Adnot spicca il ruolo di direttore generale e winemaker di Chateau La Verrerie, Chateau La Coste e Chateau La Ruche.