Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
denigris

De Nigris lancia l’aceto balsamico di Modena di lusso: aperte quattro boutique

Con De Nigris l’aceto entra in boutique. Sono già quattro i negozi monomarca che De Nigris 1889, big nella produzione di aceto balsamico di Modena, dedica a questa eccellenza dell’italian way of fooding.

Ha aperto da poco i battenti il flagship di Milano nella centralissima corso Magenta (foto in alto) e sono già operative due boutique del balsamico negli aeroporti di Napoli e Bologna e una quarta al Balsamico Village, il parco creato tra Carpi e Modena.  Mentre sono prossime all’apertura altre insegne nei centri città di Firenze, Venezia e Roma.

E’ l’avvio di un progetto che prevede l’apertura di una decina di punti vendita in un paio d’anni e per il quale il gruppo ha creato una nuova business unit, con un investimento iniziale di 5 milioni di euro, destinati a diventare 10 con i prossimi sviluppi. A regime le unità professionali impiegate saranno circa 50, guidate da un retail manager nazionale, proveniente dal mondo fashion, e da store manager selezionati dal mondo dell’home.

E sostenibile?

Ma come può un prodotto come l’aceto Balsamico di Modena sostenere i costi una rete commerciale monomarca (per di più in corso Magenta)? Secondo De Nigris, si tratta di prodotti molto selezionati: aceti balsamici in vari invecchiamenti, in boccette e ampolle regalo, aceti fruttati o in perle e con mosti, aceti e legni profumati. Quindi prodotti esclusivi, nella fascia del lusso.

Funzionerà come nel fashion? “E’ la manifestazione di una nuova scintilla di creatività in casa de Nigris – assicura Armando de Nigris, presidente del gruppo – seguendo sempre il nostro sogno di far vivere quello che tutto il mondo ci invidia: il nostro made in Italy fatto di food, fashion and furniture, che le nostre boutique raccontano perfettamente declinando emozioni ad ogni angolazione. Vogliamo “coccolare” il visitatore immergendolo nel nostro miglior lifestyle, dove tutto può sembrare un lusso, ma è solo il magico vivere all’Italiana”.