Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
PASTA

Etichette, su pasta e riso il luogo di coltivazione del grano e di provenienza della semola

I decreti con l’obbligo di indicare sull’etichetta delle confezioni di pasta e riso l’origine della materia prima sono stati inviati a Bruxelles: lo ha annunciato questa mattina il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, all’inaugurazione del salone dell’alimentazione Tuttofood  Milano.
Inizia così la procedura formale e sui provvedimenti italiani dovrà pronunciarsi la Commissione Ue. Il decreto ricalca quello in vigore (in Italia e Francia) per il latte a lunga conservazione e i formaggi.

Una nota del ministero spiega che per il riso è prevista l’indicazione del luogo di coltivazione, di lavorazione e di confezionamento. Se le tre fasi si svolgono in uno stesso Paese si può utilizzare la dicitura ad esempio “origine del riso: Italia”.
Per i pacchi di pasta secca si prevede il luogo di coltivazione del grano e quello di provenienza della semola.