Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
unieuro102

Unieuro cresce in negozio e online (+41%): ricavi a 1,66 miliardi

Inizia bene il cammino di Unieuro in Borsa (nella foto l’esordio).

Nell’esercizio (chiuso al 28 febbraio 2017) la catena commerciale di elettronica ha conseguito ricavi per 1,66 miliardi, in crescita del 6,6%, e un incremento di 103,3 milioni. Generato principalmente da volumi di vendita più elevati in tutti i canali distributivi e in particolar modo nel segmento online (111 milioni, +40,8%).  L’Ebitda adjusted si è attestato a 65,4 milioni, con un margine sulle vendite del 3,9%, in crescita di 6,2 milioni (+10,5%) rispetto ai 59,1 milioni dell’esercizio precedente.

La crescita like-for-like – ovvero la performance dei negozi aperti da almeno 26 mesi alla data di chiusura dell’esercizio e comprendente sia le vendite retail sia il click & collect – si è attestata al 3,3%,  “anche grazie al successo della strategia omnicanale –  sostiene l’ad  Giancarlo Nicosanti  – alla continua ottimizzazione dei processi aziendali, quali quello di approvvigionamento e consegna, e al forte investimento in formazione del personale”.

Meglio del mercato
Nicosanti sottolinea che “la società è cresciuta più del mercato di riferimento, sia nel canale online sia nell’offline. I ricavi hanno superato per la prima volta quota 1,6 miliardi di euro, abbiamo migliorato marginalità e generazione di cassa, sostanzialmente azzerato il debito netto e autofinanziato considerevoli investimenti sulla rete di negozi e sulla piattaforma digitale”.

Poi aggiunge: “Alla luce della elevata frammentazione del settore in cui operiamo, le acquisizioni recentemente annunciate di Monclick e dei negozi Andreoli evidenziano come Unieuro rappresenti il solo consolidatore multicanale dell’industria, capace di trarre vantaggio da un mercato complesso, ma dalle grandi potenzialità».

Il cda di Unieuro ha conferito a Nicosanti i poteri di negoziare la concessione di una nuova linea di credito da utilizzare per acquisizioni e aperture di nuovi punti vendita per un importo di 50 milioni.