Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Un punto vendita Lidl in Italia

Infiltrazione mafiose in Lidl ed Eurospin: regali natalizi ai dirigenti secondo le funzioni

Fanno riferimento alle “regalie da elargire per le festività natalizie ai vari dirigenti” della catena commerciale Lidl Italia al “fine di favorire l’acquisizione dei lavori” i due imprenditori Emanuele Micelotta e Giacomo Politi, arrestati nell’ambito dell’ inchiesta della Dda di Milano su presunte infiltrazioni mafiose in Lidl ed Eurospin.

Sulla catena veneta però, al momento, non sono ancora chiare le accuse e i riferimenti da parte della Dda. Da ricordare che Eurospin ha una parte di rete commerciale in franchising mentre i tedeschi hanno solo negozi a gestione diretta.

I referenti al Nord
I due, ritenuti i referenti al Nord della famiglia mafiosa catanese dei Laudani, come si legge nel decreto con cui la sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano ha commissariato 4 direzioni generali della catena tedesca in Italia, avrebbero suddiviso “l’importanza del regalo a seconda della funzione rivestita dal soggetto all’interno del quadro direttivo”.
In una intercettazione ambientale del 19 dicembre scorso e riportata nel provvedimento, i due “parlano chiaramente del regalo importante da fare a Tomasella, responsabile del magazzino di Volpiano, in provincia di Torino, e di quello da fare a Simone Suriano, il project manager di Lidl finito agli arresti domiciliari questa mattina.

.

L’azienda: siamo estranei
Dal suo canto, Lidl Italia, in una nota,  si dichiara completamente estranea a quanto diffuso in data odierna dai principali media in relazione all’operazione gestita dalla Dda. “L’azienda, che è venuta a conoscenza della vicenda solo oggi da parte degli organi inquirenti – viene sottolineato nel comunicato – si è resa da subito a completa disposizione delle autorità competenti, al fine di agevolare le indagini e fare chiarezza quanto prima sull’accaduto. Lidl Italia precisa, inoltre, che l’azienda non risulta indagata e non vi sono sequestri in atto”.