Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
Fresco in un supermercato

Federdistribuzione, 30 euro in più nelle buste paga. Fuori dagli enti bilaterali

Mossa a sorpresa di Federdistribuzione. In attesa di arrivare alla firma di un contratto di lavoro, l’Associazione delle catene commerciali (non aderisce a Confcommercio) ha deciso di procedere all’erogazione unilaterale di aumenti per 30 euro lordi mensili a partire dal mese di luglio, in attesa dell’avanzamento delle trattative del contratto nazionale della distribuzione moderna organizzata.

Fuori dagli enti territoriali 
Federdistribuzione
 ha anticipato inoltre l’uscita dagli attuali enti bilaterali territoriali del commercio dal mese di settembre 2017. “L’uscita dagli attuali enti bilaterali – scrive il presidente Giovanni Cobolli Gigli – pone le basi per la creazione, nel prossimo Ccnl, di una nuova bilateralità che possa fornire migliori servizi e strumenti di sostegno al reddito e assistenza sanitaria. Vogliamo anche oggi ribadire la nostra ferma volontà di arrivare alla sottoscrizione di un contratto che contenga soluzioni equilibrate per lavoratori e imprese”.
Gli enti bilaterali sono organismi paritetici costituiti su iniziativa dei firmatari dei Ccnl (terziario e turismo) articolati a livello territoriale. Hanno l’obiettivo di essere un punto di riferimento per le imprese e per i lavoratori sugli aspetti legati al mondo del lavoro, alla formazione e alla sicurezza sui luoghi di lavoro.

Poi Cobolli Gigli aggiunge: “Le trattative con le organizzazioni sindacali si stanno prolungando da troppo tempo e non vogliamo penalizzare i nostri collaboratori”.
La nuova erogazione segue quella di 15 euro lordi riconosciuta da maggio 2016 per “tutelare il potere d’acquisto dei lavoratori”.