Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
cibus5

Alleanza tra Cibus e Macfrut: facilitazioni per buyer e incoming

Siamo ancora lontanissimi dalla nascita del polo fieristico emiliano-romagnolo, ma c’è un passo in avanti.
Alleanza tra Cibus e Macfrut nel 2018. Nell’anno del Cibo Italiano, proclamato dal Governo in giugno, le fiere alimentari si impegnano a fare sistema. Macfrut (Rimini dal 9 all’11 maggio 2018) e Cibus (Parma dal 7 al 10 maggio 2018) hanno siglato un accordo per favorire le visite congiunte degli operatori e l’incoming di buyer esteri alle due fiere. L’accordo tra Fiere di Parma, Federalimentare, Cesena Fiera (organizzatrice di Macfrut) e Italian Exhibition Group (la società nata dall’integrazione tra Rimini Fiera e Fiera di Vicenza) prevede una serie una serie di facilitazioni per gli operatori che vorranno visitare entrambe le fiere nelle giornate concomitanti (9 e 10 maggio 2018) riguardanti bus navette, treni e condizioni di acquisto del biglietto d’ingresso.

Sembra di capire che l’accordo valga per un anno: Cibus è infatti biennale degli anni pari (nei dispari c’è la fiera light Cibus Connect) mentre Macfrut è annuale. Peraltro la prima edizione di Cibus Connect aveva stabilito un’intesa simile con Vinitaly.

Diverse o simili?
Ma come si integrano due filiere tanto diverse? Le due fiere – rispondono i diretti interessati –  hanno in comune una vocazione per l’innovazione di prodotto e per l’internazionalizzazione. Prodotti a base vegetale ed ortofrutta, prodotti di quarta gamma evoluti in ricettazione e contenuti, nuove soluzioni di consumo, prodotti ad elevato contenuto di servizio e orientamento health-conscious sono alcuni dei settori di interesse complementare. Comuni sono diversi mercati di riferimento: oltre l’Europa, il Medio Oriente, la Russia, l’Asia, il Sud Corea, ed altro.

com-rmi