Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
anticagelateraicorso

In bilico Antica Gelateria del Corso di Parma. Sentenza rinviata al 6 novembre

Lo stabilimento di gelati Antica Gelateria del Corso di Parma chiude o no? A sentire Mauro Macchiesi, segretario nazionale Flai Cgil,  il viceministro dello Sviluppo economico Teresa Bellanova oggi avrebbe respinto la decisione di Froneri (joint venture tra Nestlé e R&R) di chiusura, avvertendoli di presentarsi al prossimo incontro, fissato per il 6 novembre, con una proposta alternativa da discutere.

Si vedrà. Oggi al ministero le parti s’incontravano per l’apertura della procedura di licenziamento di 120 addetti del sito di Parma. Froneri intende trasferire nel sito di Ferentino, nel Lazio, la produzione emiliana della Antica Gelateria del Corso. Almeno di quella parte di produzione sfuggita alla crisi del gelato industriale. Nestlé ha siglato un’intesa paritetica internazionale con R&R, affidandole la gestione industriale dei siti europei.
.

Rinviata al mittente
“L’azienda –  riferisce Macchiesi – si è presentata confermando la propria posizione a voler procedere con i licenziamenti, pur presentando una proposta di riorganizzazione del gruppo in Italia con diversi milioni di euro di investimenti. Come organizzazioni sindacali abbiamo ribadito che tale atteggiamento è iniquo e che siamo disponibili a confrontarci su un piano di ristrutturazione industriale del gruppo, ma non accetteremo mai un comportamento da padrone delle ferriere”.

“Giudichiamo importante – sostiene  Macchiesi – la presa di posizione del ministero dell’industria, per voce del viceministro Teresa Bellanova, che ha ricordato all’azienda il valore costituzionale sociale dell’impresa e ha chiesto alla stessa di presentarsi al prossimo incontro, fissato per il 6 novembre, con una proposta alternativa da discutere”.

Tacciono le altre sigle sindacali.