Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
dop-igp

Dop e Igp, vicini a quota 300 i prodotti agroalimentari italiani

L’Italia è leader in Europa con 294 prodotti Dop, Igp e Stg riconosciuti dall’Ue. Forse troppi per non creare confusione.
In vent’anni il patrimonio agroalimentare è cresciuto di quasi 5 volte (+382%). Tra i prodotti food di qualità presenti in Italia l’ortofrutta, i cereali, i formaggi e gli oli costituiscono oltre il 70% del totale nazionale. La regione leader in Italia è l’Emilia Romagna che può contare su 43 prodotti Dop e Igp; seguono il Veneto con 36, la Lombardia con 34, la Toscana con 31, la Sicilia con 30 e il Lazio con 27.
I prodotti sono tanti ma la stragrande maggioranza delle vendite è realizzata da una dozzina di prodotti, tra cui Grana Padano, Parmigiano reggiano, Prosciutto di Parma e San Daniele.

Davanti alla Francia
L’Italia si pone al top in Ue per i prodotti di qualità registrati (Dop, Igp, Stg). Sono 294 e incidono per oltre il 21% del totale dei “prodotti di qualità registrati” in tutta Europa.
In termini assoluti seguono con 245 prodotti registrati la Francia, con 195 la Spagna, con 138 il Portogallo e con 105 la Grecia.

Emilia Romagna al top
A livello territoriale, sul gradino più alto del podio del food di qualità presente in Italia si pone l’Emilia Romagna con 43 prodotti (18 Dop e 25 Igp) , segue il Veneto con 36 prodotti ( 18 Dop e 18 Igp), la Lombardia con 34 (20 Dop e 14 Igp), la Toscana con 31 (16 Dop e 15 Igp) e la Sicilia con 30 (17 Dop e 13 Igp). Tra il food di qualità prodotto dalle nostre imprese agricole l’ ortofrutta, i cereali, i formaggi e gli oli/grassi rappresentano oltre il 70% del totale.
Gli ortofrutticoli con 110 prodotti costituiscono il 37,4% del totale, i 53 formaggi incidono il 18% , gli oli e grassi il 15,6% e le carni il 13%.

Il valore
Secondo gli ultimi dati resi disponibili da Ismea e Fondazione Qualivita, il valore economico dei prodotti agroalimentari italiani ammonta a circa 6,3 miliardi di euro; mentre il valore al consumo di questi prodotti è di circa 13,3 miliardi di euro, pari al 10% della spesa complessiva destinata dalle famiglie italiane ai generi alimentari.
Nei mercati internazionali, invece, il volume d’affari conseguito con l’export del food italiano Dop e Igp ha superato i 3 miliardi di euro.