Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
crunchusa

Ferrero in gara negli Usa per aggiudicarsi le barrette di cioccolato di Nestlé

Ferrero sempre più attratta dal ricco ma concorrenziale mercato americano, con player del calibro di Hershey, Mondelez e Mars.

Secondo notizie di fonte Usa, Ferrero e Hershey hanno presentato le offerte finali per rilevare le barrette di cioccolato Kit Kat, Crunch e Butterfinger poste in vendita dal nuovo management di Nestlé. Cui sarebbe anche una offerta da parte del fondo di private equity Rhone Capital (che in Italia controlla la catena commercile Unieuro).

Le attività di Nestlé genererebbero ricavi intorno ai 900 milioni di dollari e sarebbero valutate sul prezzo finale da 2 a circa 3 volte il turnover. Sarebbe a dire da 1,8 a 2,5 miliardi.

Hershey pigliatutto
Recentemente il colosso Hershey ha rilevato il produttore di snack Amplify per 1,6 miliardi di dollari, ma anche Ferrero ha messo a segno una raffica di acquisizioni internazionali. L’ultima delle quali proprio negli Usa: Ferrara Candy, specialista delle caramelle gommose.

L’esito della gara americana arriverà la prossima settimana e se Ferrero conquistasse Kit  Kat (una barretta di cioccolato nata a New York nel 1935) sarebbe non solo lo shopping più dispendioso da quando Giovanni Ferrero è al timone del colosso piemontese, ma di tutta la storia di Ferrero. Con Kit Kat Ferrero diventerebbe il terzo maggiore produttore di dolciumi negli Stati Unitialle spalle di Hershey e Mars.

Il gruppo Ferrero ha registrato nell’ultimo anno fiscale ricavi complessivi per 10,3 miliardi.

 

Ferrero in corsa negli Stati Uniti per mangiare lo snack Kit Kat di Nestlé